Homepage

L’OSTEOPATIA

L’osteopatia considera l’uomo un’unica unità funzionale, nella quale i vari apparati cooperano per mantenere il benessere dell’organismo. L’osteopata cerca le disarmonie interne per risolvere i problemi del paziente, indagando quattro sistemi funzionali: il sistema strutturale, quello viscerale, quello cranio-sacrale e quello fasciale.

Osteopatia

Principi

I principi dell’Osteopatia come enunciava Andrew Teilor Still sono:

  1. La struttura e la funzione sono in interrelazione costante, infatti, per Still gli ostacoli sono da ricercare nel sistema mio-fascio-schelettrico. Le articolazioni, in particolare quelle intervertebrali, possono, in seguito a traumatismi diretti o indiretti, subire delle modificazioni funzionali e quindi creare delle disfunzioni osteopatiche. Riprendendo nella propria interpretazione la teoria Still perfezionò la nozione di “lesione osteopatica”, la quale non è altro che la compromissione strutturale e la ripercussione delle funzioni corporee attraverso la via indiretta dei disturbi della vascolarizzazione e dell’innervazione che la suddetta “lesione” comporta, quindi da questo Still affermò che fare una distinzione tra struttura e funzione è del tutto illusorio poiché la struttura controlla la funzione e la funzione condiziona la struttura.
  2. Still situa l’unità del corpo umano a livello del sistema mio-fascio-schelettrico. Tale struttura riunisce le varie parti del corpo ed è suscettibile di conservare tracce del traumatismo che subisce, anche se di entità minima. Attraverso il suddetto sistema si attua anche la concatenazione dei disturbi con possibili effetti a distanza.
  3. Il principio di auto-guarigione poggia la sua attenzione sull’omeostasi, tanto vero che il corpo contiene in se stesso tutti i mezzi necessari ad eliminare e prevenire le malattie, se i sistemi di autoregolazione siano liberi di funzionare correttamente, vale a dire che non si abbia alcun ostacolo sulle vie della nutrizione tissulare e dell’eliminazione dei rifiuti.

Inoltre si devono evidenziare altri tre elementi, che senza, darebbero al neofita una visione dell’Osteopatia ridotta o non completa:

  1. La circolazione arteriosa, venosa e linfatica, sono le autostrade di collegamento da e per i segmenti anatomici.
  2. Le ossa craniche nel vivente sono dotate di una relativa malleabilità e mobilità.

Gli organi sono la sede dei movimenti ritmici (per mobilità e motilità), i quali creano il buon funzionamento dell’omeostasi.

Chi sono

In quali mani state per mettere il riequilibrio della vostra omeostasi?
D.O. Salvatore Cascone ha conseguito i seguenti percorsi formativi:

  • Osteopatia;
  • Posturologia;
  • Naturopatia;
  • Massaggiatore;
  • Counselor;
  • Personal Trainer;

Visita il mio profilo MioDottore

Blog

Corso Personal Trainer

Il Personal Trainer (anche detto allenatore personale, e convenzionalmete indicato dalla sigla PT) è la figura professionale preposta a gestire in maniera individualizzata l’esercizio fisico di coloro che si avvicinano o praticano attività fisica per migliorare il proprio stato di salute o di forma fisica